Dati di Traffico Gennaio 2024 – Nota di commento

Fiumicino apre il 2024 superando del +6% i valori del 2019; Il Polo Aeroportuale Nordest ha movimentato oltre 1 milione di passeggeri nel mese di gennaio 2024, con un recupero del 95% del traffico di gennaio 2019.

Aeroporti di Roma- Aeroporti di Fiumicino e Ciampino

______________________________________________________________

Nel primo mese del 2024 gli aeroporti Leonardo da Vinci di Fiumicino e G.B. Pastine di Ciampino hanno superato nel loro insieme dell’1% i valori registrati a gennaio 2019, raggiungendo 3,2 milioni di passeggeri.

Guardando al solo aeroporto di Fiumicino, con 2,9 milioni di passeggeri ed il +6% di crescita sul 2019, il principale aeroporto italiano ha confermato anche nel nuovo anno il trend di crescita che ha caratterizzato la seconda parte del 2023 superando del +29% i valori di traffico registrati nell’analogo periodo del 2023.

Con riferimento al traffico point-to-point, ovvero il passeggero che parte o arriva a Roma senza coincidenza in un altro scalo intermedio, a gennaio ha raggiunto il +18% di crescita sul 2019, registrando crescite importanti soprattutto nelle aree geografiche dell’Europa UE, Estremo Oriente ed Europa Extra UE.

Confermata la crescita sostenuta anche del traffico di lungo raggio, che a gennaio ha registrato un +14% rispetto al 2019 e un +70% se confrontato con l’analogo periodo del 2023.

In termini assoluti, a crescere maggiormente nel primo mese del 2024 è stata la Penisola Arabica, che ha registrato il +37% di crescita sui volumi pre-pandemici, con Abu Dhabi, Jeddah e Riyadh in particolare, sia rispetto al 2019 sia rispetto al 2023.

Segue l’Estremo Oriente, che sul lungo raggio ha registrato un recovery dell’88% sul 2019, ma soprattutto, un notevole aumento di traffico rispetto l’anno passato, con un +187% su gennaio 2023.

Il Nord America continua a registrare valori in crescita sia sul periodo pre-pandemico, +27% di traffico su gennaio 2019, che sull’analogo periodo del 2023, con il +36% di crescita. Le ottime performance sono state influenzate positivamente anche grazie alla destagionalizzazione dei voli, fenomeno che si sta osservando su alcune direttrici specifiche e sull’incremento delle attività da parte delle compagnie che operano sul Nord America.

Il Centro Sud America ha superato i livelli di traffico del 2023 con un +79% e si è avvicinato al pieno recupero sul 2019, con il 95% di recovery.

Il continente africano ha aperto il 2024 segnando il +37% di crescita sul 2019 ed il +49% su gennaio 2023. Tra le mete di breve-medio raggio che hanno registrato le performance migliori, Algeri e Sharm el Sheik, rispettivamente con il +11% ed il +135% rispetto al 2019.

L’aeroporto G.B. Pastine di Ciampino ha chiuso il mese di gennaio con circa 310.000 passeggeri transitati nello scalo.

______________________________________________________________

Polo Aeroportuale Nordest (VCE, TSF, VRN, VBS)

Il Polo Aeroportuale Nordest, che comprende gli scali di Venezia, Treviso, Verona e Brescia, ha movimentato oltre 1 milione di passeggeri nel mese di gennaio 2024, con un recupero del 95% del traffico di gennaio 2019 (in linea con gennaio 2023).
L’aeroporto di Venezia ha registrato 634mila passeggeri nel mese di apertura dell’anno, con un andamento positivo del +3% rispetto al corrispondente mese del 2019 e del +1,6% rispetto a gennaio 2023.

Il mercato domestico si è confermato principale mercato di riferimento, con quasi 132mila passeggeri (21% del traffico complessivo). Principali mercati internazionali sono stati Francia, Gran Bretagna e Spagna.
Nella classifica delle città di destinazione preferite nel mese di gennaio ci sono Parigi, Londra e Barcellona.

Lo scalo di Treviso ha movimentato oltre 209mila passeggeri, con un recupero dell’81% dei flussi di gennaio 2019 (-4,7% rispetto a gennaio 2023).

La quasi totalità dei passeggeri ha viaggiato su rotte internazionali. Principale mercato è stato quello spagnolo (Madrid e Valencia top destinazioni), seguito da Albania e Romania.

Principali destinazioni sono state Tirana, Bucarest e Bruxelles.

L’aeroporto di Verona ha gestito oltre 189mila passeggeri nel corso del mese di gennaio. Il recupero dei volumi di traffico del 2019 è stato del 92% (+2,6% rispetto a gennaio 2023).

La contribuzione del traffico domestico, principale mercato dello scalo veronese, è stata del 41% (77mila passeggeri). Secondo mercato per traffico passeggeri è stato il mercato inglese, seguito da Albania e Germania.
Principale destinazione è stata Catania (28mila passeggeri), seguita da Palermo e Londra.