Dati di Traffico Dicembre 2023 – Nota di commento

Nel 2023 Roma Fiumicino torna a superare i 40 milioni di passeggeri trasportati. Il Polo Aeroportuale Nordest ha movimentato oltre 17,8 milioni di passeggeri nel corso del 2023, con un recupero del 96% del traffico del 2019

Aeroporti di Roma- Aeroporti di Fiumicino e Ciampino

______________________________________________________________

Nel 2023 gli scali aeroportuali di Fiumicino e Ciampino hanno raggiunto nel loro insieme 44,4 milioni di passeggeri. L’andamento del traffico del sistema aeroportuale è iniziato molto bene nel 2023 e l’incremento è proseguito anche nel corso della Summer, registrando un progressivo miglioramento del recupero dei livelli pre-pandemici che, nel mese di dicembre, hanno raggiunto e superato i volumi di dicembre 2019.

L’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, a dicembre è risultato in crescita per il terzo mese consecutivo, superando 3,1 milioni di passeggeri e consuntivando un aumento del 6% rispetto ai valori di traffico di dicembre 2019. Il 2023 ha visto chiudere l’anno con un totale di 40,5 milioni di passeggeri trasportati ed un recovery complessivo sul 2019 del 93%, superando del 38% i valori di passeggeri registrati nel 2022.

Numeri alla mano, Roma Fiumicino sta conseguendo da ottobre un trend in crescita sul 2019, registrando già nei mesi estivi oltre 140 mila passeggeri giornalieri tra partenze e arrivi, numeri paragonabili a quelli del 2019.
Relativamente al traffico diretto, ovvero il passeggero che parte o arriva a Roma senza coincidenza in un altro scalo intermedio, l’aeroporto di Roma Fiumicino ha registrato una crescita netta ed apprezzabile dei volumi rispetto al 2019 del 5%. Tale crescita aumenta fino all’8% se nel confronto con il 2019 escludiamo i Paesi dove oggi non è possibile volare (Russia, Ucraina e Bielorussia).

Inoltre, dal mese di settembre, si è completato il recovery del lungo raggio (99%) rispetto al 2019. Questo significa che Roma ha raggiunto il pieno recupero della connettività aerea intercontinentale, riacquisendo il suo ruolo di gateway italiano, rendendo accessibili al turismo e ai sistemi produttivi nel suo complesso i territori e le economie locali.

Il Nord America, grande interprete della Stagione Summer 2023, ha guidato le performance del lungo raggio con una crescita sostenuta dei volumi rispetto al 2019 (+12%), con 34 voli giornalieri in partenza. Grazie all’offerta complessiva della scorsa Summer, Roma Fiumicino è diventato, nella classifica dei principali aeroporti europei, il terzo hub per numero di collegamenti verso la Grande Mela, con ben 11 frequenze giornaliere. Un’offerta record grazie ai nuovi collegamenti che sono stati avviati da ITA Airways e agli sviluppi dei vettori americani che, a livello aggregato, sono arrivati ad offrire un numero di collegamenti in crescita del 50% rispetto al pre-pandemia.

Segnali molto incoraggianti anche dai mercati europei, un segmento che non solo ha recuperato i volumi pre-Covid ma li ha abbondantemente superati segnando una crescita del +8% rispetto al 2019.

La Penisola Arabica ha chiuso il 2023 con una crescita dell’8% sul 2019, grazie anche all’introduzione della nuova rotta per Jeddah, operata dai vettori Wizz Air e Saudia e all’attivazione da parte di Wizz Air delle rotte verso Abu Dhabi e Riyadh, con un incremento dei volumi di offerto su queste due città medio orientali.

Il Centro Sud America ha visto un miglioramento del proprio recovery, che, costantemente in aumento nella seconda metà dell’anno, ha raggiunto il picco a dicembre 2023 con il 90% dei volumi di traffico registrati rispetto a dicembre 2019. Nel 2023, inoltre, è stata attivato il nuovo collegamento per Città del Messico oltre alla ripresa dei collegamenti per Rio de Janeiro, operati da ITA Airways a partire da ottobre 2023.

Il consolidamento del mercato dell’Estremo Oriente è stato un altro traguardo raggiunto nel 2023, che mese dopo mese ha migliorato sensibilmente il recupero dei volumi di passeggeri, raggiungendo a dicembre il 77% dei volumi di passeggeri registrati rispetto allo stesso mese del 2019.

Il 2023 ha visto inoltre la riattivazione dei collegamenti aerei di tutte e 5 le compagnie della Cina continentale che effettuavano voli prima del Covid (Air China, China Eastern, China Southern, Sichuan, Hainan).
Il programma delle compagnie Cinesi è gradualmente cresciuto nel corso dell’anno, al punto da prevedere a dicembre 34 frequenze settimanali, raggiungendo una crescita sui livelli operativi effettuati sulla Cina continentale prima della pandemia.
Oltre a questo, si segnala il pieno ripristino di China Airlines su Taiwan e la riattivazione della rotta per Shenzen di Hainan Airlines.

Il mercato africano si è avvicinato al recupero totale dei volumi di traffico traguardando complessivamente nel 2023 con un 98% di recovery. Il Cairo ha visto raddoppiare i propri scali, da giugno 2023 infatti, tramite Wizz Air, è possibile raggiungere la città grazie al volo diretto per l’aeroporto limitrofo di Giza.

L’aeroporto G.B. Pastine di Ciampino a dicembre ha visto transitare 301.000 passeggeri e ha chiuso l’anno raggiungendo circa 3,9 milioni di passeggeri.

______________________________________________________________

Polo Aeroportuale Nordest (VCE, TSF, VRN, VBS)

Il Polo Aeroportuale Nordest, che comprende gli scali di Venezia, Treviso, Verona e Brescia, ha movimentato oltre 17,8 milioni di passeggeri nel corso del 2023, con un recupero del 96% del traffico del 2019 (anno di riferimento pre-pandemia). Nel mese di dicembre sono stati gestiti oltre 1,1 milioni di passeggeri (99% del traffico del corrispondente mese del 2019). Oltre alle tensioni internazionali, nel corso dell’anno il traffico è stato condizionato da scioperi, con conseguente cancellazione di voli e posti offerti.

L’aeroporto di Venezia ha movimentato oltre 11,3 milioni di passeggeri da inizio anno, con un recupero del 98% rispetto al 2019. Tra maggio e ottobre sono stati registrati oltre 1 milione di passeggeri/mese sullo scalo. Nel mese di dicembre i passeggeri sono stati oltre 716mila, +3% rispetto al corrispondente mese del 2019.
Primo mercato nel corso del 2023 è stato il mercato domestico (con uno share del 20% per 2,3 milioni di pax), seguito da Gran Bretagna, Francia, Spagna e Germania.
Londra, Parigi, Barcellona, Madrid e Napoli sono state le principali città di destinazione scelte dai passeggeri.
I passeggeri sulle destinazioni lungo raggio operative sullo scalo (Stati Uniti, Canada, Emirati Arabi Uniti, charter dalla Corea del Sud) sono stati oltre 650mila nel corso dell’anno.
Nel 2024 saranno riattivate anche le operatività non-stop tra Venezia e Chicago (American Airlines) e tra Venezia e Doha (Qatar Airways), sospese a causa della pandemia.

Lo scalo di Treviso ha registrato oltre 3 milioni di passeggeri tra gennaio e dicembre 2023, con un recupero del 93% rispetto al 2019. Nel mese di dicembre sono stati movimentati oltre 200mila passeggeri (con un recupero dell’87% del traffico dello stesso mese del 2019).
Nei mesi di picco estivo sono stati gestiti sullo scalo quasi 300mila passeggeri al mese, con una crescita alimentata dagli investimenti dei vettori che operano sullo scalo, che insieme garantiscono l’offerta di un vasto network di destinazioni “punto a punto”.
Principale mercato nel corso dell’anno è stato il mercato spagnolo, seguito da Romania, Polonia, Belgio e Francia (traffico internazionale: 93% del totale).
Principali destinazioni sono state Bucarest, Bruxelles, Tirana, Parigi, Malta.

L’aeroporto di Verona ha gestito oltre 3,4 milioni di passeggeri nel corso del 2023. Il recupero dei volumi di traffico del 2019 è stato del 94%. I passeggeri del mese di dicembre sono stati quasi 200mila (96% del traffico di dicembre 2019).
I principali mercati di riferimento nel corso dell’anno sono stati: mercato domestico (42% del traffico complessivo), Gran Bretagna, Germania, Albania ed Egitto. Le destinazioni preferite dai passeggeri sono state Catania, Londra, Palermo, Tirana e Cagliari.
Nel corso di quest’anno sono stati attivati i nuovi collegamenti per Berlino di Volotea, Newcastle di Jet2.com e Düsseldorf di Eurowings. Lumiwings ha operato la sua prima stagione su Foggia e Sky Alps ha segnato il ritorno a Verona del collegamento diretto con Roma FCO (due voli giornalieri da metà settembre).